La Cantina La Casaccia

Oltre un secolo di tradizioni e vini di pregio. La cantina La Casaccia si trova a Cella Monte, tra le splendide colline del Monferrato, in provincia di Alessandria. “Oggi vogliamo vivere e lavorare in armonia con la natura: per questo abbiamo scelto di fare agricoltura biologica“, questo il motto di Elena, Giovanni, Margherita, Marcello. Questo lo spirito con cui un’intera famiglia ha deciso di proseguire l’attività dei propri avi e di coltivarne i frutti, producendo dei vini speciali a cui abbiamo voluto dedicare una wine box.

Non solo vini biologici. La sostenibilità è un elemento fondamentale in tutte le attività di questa piccola azienda vitivinicola piemontese. Dai pannelli fotovoltaici che alimentano l’azienda alla cisterna che raccoglie l’acqua piovana, fino alle stufe a legna… Quella del loro bosco di proprietà.

Altra caratteristica senza paragoni de La Casaccia è il cosiddetto infernot. Si tratta di un ambiente storico, unico e riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità della cultura vitivinicola del Monferrato. Quello che ritroviamo in questa cantina (e in foto) è davvero speciale. Interamente scavato nella roccia, la Pietra da Cantoni, a colpi di scalpellate di generazioni vissute in  altri tempi (il loro bis bis nonno!) ha nel suo cuore una tavola rotonda, rigorosamente in pietra, come gli scaffali che la circondano. Un ambiente realizzato non di certo per diletto, infatti, la temperatura e l’umidità sono costanti tutto l’anno. Ideale per una conservazione stabile delle bottiglie dei cibi della tradizione. Va da se che diventa un pittoresco punto di ritrovo e convivialità.

I vigneti sono allevati a spalliera con il sistema di potatura Guyot. Niente è lasciato al caso: per ogni pianta viene allevato ogni anno un unico tralcio e uno sperone di due gemme per l’anno successivo. Manuali anche la spollonatura e la legatura dei tralci, così come la sfogliatura. La concimazione avviene tramite sostanze organiche ogni due o tre anni e in caso di necessita anche con prodotti minerali estratti da cave (solfato di potassio e magnesio). Altro dettaglio importante, il terreno è lasciato inerbito nell’interfilare e viene lavorato meccanicamente sotto il filare.

Per quanto riguarda i vini? Tra grignolino, freisa, barbera e chardonnay le etichette prodotte sono tante e varie: Ernesto, Poggeto, Monfiorenza, Giuanin, Bricco dei boschi, Calichè, Charnò, La Casaccia brut. Per scoprire maggiori dettagli sui vini che abbiamo scelto per voi, vi rimandiamo alla pagina Wine Box La Casaccia. Una vera e propria chicca made in Monferrato che speriamo possiate apprezzare.

 

Articoli consigliati