La cantina Pialli – Febbraio

pialli wetaste.wine

La famiglia Pialli produce vini dagli anni ’60. Entrambi i nonni Silvio Tognetti (Cìo Bacaro) e Gregorio Pialli, possedevano dei piccoli vigneti ed ognuno vinificava e vendeva il proprio vino. Le produzioni tipiche, a quei tempi, erano il Tocai Rosso e la Garganega. Nel 1999 entrambi i nonni smisero le loro attività e nel 2001 la nuova generazione iniziò la trasformazione dell’azienda unendo le due proprietà in un’unica cantina, puntando esclusivamente alla vinificazione del Tocai Rosso di Barbarano. Da subito i vigneti furono convertiti in Biologico. Oggi l’azienda conta 4,5 ettari di vigneto per una produzione annua totale che va dalle 13000 alle 20000 bottiglie, a seconda dell’annata ed è guidata da Alessandro Pialli, sia in vigna che in cantina.

L’azienda e i vigneti si trovano lungo il versante est dei Colli Berici, adagiati su un’antica scogliera, dove il mare ha scavato pendii e pareti verticali. I terreni in questa zona sono molto particolari, variano dalle classiche terre rosse argillose, molto presenti in tutti i colli Berici, fino a diventare scaglie bianche e rosa drasticamente calcaree. Oggi Pialli lavora 7 appezzamenti con diversi terreni ed esposizioni. Dopo molti anni di prove e sperimentazioni sono arrivati a produrre 4 tipologie di Tai Rosso, ognuna delle quali trasmette le caratteristiche del terroir da cui deriva.

Sono quattro i vini che abbiamo scelto per le nostre box dei percorsi Nature a Magnificent:

Rosso Calbin 2019 – Tai Rosso IGT Veneto

Il Tai rosso nella sua versione tradizionale ma con un twist moderno. Il Tai rosso 4.0. Il Rosso Calbin presenta i migliori tratti giovani e varietali di questo vitigno. Al naso presenta subito le note ematiche e pepate tipiche del Tai rosso, insieme a note floreali di viola e fruttate di piccoli frutti rossi. La freschezza e la mineralità di questo vino sono notevoli. Il nostro suggerimento è di giocare sulle temperature di servizio per scoprire la sua versatilità. Provatelo sui 14 gradi per un aperitivo e sui 18 gradi con un bollito oppure una grigliata. In entrambi i casi non si farà dimenticare!

  • Vitigno – Tai Rosso
  • Titolo alcolimetrico – 12,5/13,5% Vol.
  • Temperatura di servizio – 16°C
  • In vigneto – Cordone speronato, guyot
  • Raccolta – Raccolta a mano in piccole cassette
  • Vinificazione e affinamento – Macerazione di 1 settimana in vasche di acciaio, fermentazione spontanea con lieviti indigeni.  6 mesi in botti di rovere francese e ciliegio da 500 litri e da 15 hl
  • Caratteristiche – Vino fruttato e morbido

Cio Bacaro 2017 – Barbarano DOC Colli Berici

La riserva di Tai rosso della sottozona di Barbarano. Regala struttura e complessità mantenendo un equilibrio magistrale. Colpisce subito con un sorso potente e lascia posto alla freschezza e ai ritorni pepati, inebriando l’olfatto con note speziate e frutta rossa matura.  Una vera star!

  • Vitigno – Tai Rosso
  • Titolo alcolimetrico – 14% Vol.
  • Temperatura di servizio – 18°C
  • In vigneto – Cordone speronato, guyot
  • Raccolta – Raccolta a mano in piccole cassette
  • Vinificazione e affinamento – Macerazione di 2 settimane in vasche di acciaio, fermentazione spontanea con lieviti indigeni. 18 mesi in botti di rovere francese da 500 litri e successivo affinamento in bottiglia per 12 mesi
  • Caratteristiche – La massima espressione del Tai Rosso, il grande vitigno autoctono dei Colli Berici

Gregorio 2015 – Barbarano DOC Colli Berici

La punta di diamante dell’azienda, un’idea venuta ad Alessandro dopo i suoi studi enologici fatti a Verona, terra dell’Amarone. La sua scommessa sull’appassimento del Tai rosso, per noi è perfettamente riuscita. Un omaggio al nonno Gregorio, e non potrebbe che esserne orgoglioso. Appassimento in plateau ed una lunga fermentazione in legni esausti che ci regala un Tai di una complessità inedita, tutta personalità e carattere. Ha dato grandi soddisfazioni con un vitello tonnato ben salsato, fatto senza scorciatoie e con tutti i crismi.

  • Vitigno – Tai Rosso
  • Titolo alcolimetrico – 16% Vol.
  • Temperatura di servizio – 18°C
  • In vigneto – Terreni calcareo marnosi e argille rosse cariche di scheletro; cordone speronato, guyot
  • Raccolta – Raccolta a mano in piccole cassette
  • Vinificazione e affinamento – Appassimento naturale per 1 mese circa. Macerazione di 3 settimane in tino di rovere. Affinamento circa 30-36 mesi in botti di rovere francese da 500 litri e successivo affinamento in bottiglia per 6 mesi
  • Caratteristiche – Nella terra e nel bicchiere, da giovane vino scarico di colore a grande rosso da invecchiamento. Il Gregorio, Tai alla massima potenza, strutturato, ma elegante, delicato, ma possente, è frutto di una perfetta maturazione delle migliori uve leggermente appassite e a lungo macerate

Ombre d’ambra 2017 – Garganega IGT Veneto

Unagarganega che rimarrà nei vostri pensieri. Una macerazione che regala intensi profumi dolci di zagara, miele, vaniglia e fieno tenuti vivi da una meravigliosa freschezza e mineralità. Il finale di bocca è ammandorlato, tipico della varietà. Ve lo consigliamo con il coniglio in tecia, sempre che non finisca mentre ancora state cucinando!

  • Vitigno – Garganega
  • Titolo alcolimetrico – 12,5% Vol.
  • Temperatura di servizio – 10/14°C
  • Raccolta – Vendemmia tardiva
  • Vinificazione e affinamento – Macerazione per 2 settimane e fermentazione spontanea con lieviti indigeni cui segue affinamento in barrique per 15 mesi
  • Caratteristiche – Colore giallo ambrato, profumi floreali e fruttati